Consorzio Bacino Comuni SA/2: vergognoso accanimento su lavoratore invalido

Salerno -

 

 

IL COMMISSARIO CORONA SI SUPERA

Invalido sballottato di qua e di la dal datore di lavoro

 

Dopo la minaccia di licenziamento, continua l'inaccettabile accanimento del Consorzio Comuni Bacino Salerno 2 nei confronti di Emanuele che in data 11/12/2013 ha ricevuto ordine di servizio a firma del Commissario Liquidatore del Consorzio Avv. Giuseppe Corona.

Emanuele è un lavoratore invalido, assegnato agli Uffici di San Cipriano Picentino con la mansione di addetto alle pulizie tra l’altro con prescrizioni e limitazioni.

Il suo handicap consiste nel non avere più il piede sinistro, amputato a seguito di grave patologia.

Secondo il Commissario Avv. Corona, dal 16 dicembre 2013 Emanuele dovrebbe “effettuare le pulizie presso tutti gli uffici dei vari impianti del Consorzio SA/2 a secondo delle esigenze di volta in volta appalesate dal responsabile servizi R.D”.

Con indignazione ed incredulità USB denuncia il contenuto palesemente illecito e discrimintaorio dell’ordine di servizio firmato dal Commissario Liquidatore del Consorzio Comuni Bacino SA/2.

L’avv. Corona vorrebbe imporre al lavoratore Emanuele di andare a fare le pulizie in tutti gli uffici del Consorzio senza specificare come lo stesso possa contestualmente raggiungere sedi così distanti tra di loro in violazione dei più generali principi del diritto al lavoro e del diritto del lavoratore di poter espletare la propia mansione la dove è stato assegnato.

Sembrerebbe, a quersto punto, che l’handicap del quale è affetto Emenuele lo renda supersonico dovendosi spostare da una sede all’altra “a seconda delle esigenze di volta in volta appalesate dal Responsabile servizi R.D.”.

Il trattamento riservato ad Emanuele è disumano ed in aperta disparità di trattamento con altri lavoratori con patologia e non.

Con estrema fermezza USB denuncia questa assurda persecuzione che in questi ultimi giorni ha preso di mira un'altra lavoratrice affetta come Emanuele da grave patologia.

Richiamiamo il Commissario Corona alle sue responsabilità di Liquidatore che dovrebbe garantire la corretta gestione di un Consorzio Pubblico e quindi mantenere una condotta scevra da favoritismi e peggio discriminazioni oltre che da atti illeciti. Al Commissario Corona USB chiede il ritiro immediato del provvedimento che colpisce Emanuele come se non fosse un essere umano e con urgenza chiede l'avvio di un tavolo di confronto su tutta la pianta organica in forza al Consorzio.

USB chiede altresì al Commissario Corona di impegnarsi, con la stessa determinazione e fermezza che usa per vessare i Lavoratori, alla liquidazione dell’Ente: questo è il suo vero mandato cioè rendicontare la sua gestione di Commissario Liquidatore attraverso ibilanci consuntivi economici degli anni della sua gestione.

Inoltre USB chiede un confronto immediato con l’Amministrazione Provinciale  nella persona dell’Assessore all’Ambiente dott. Bellacosa affinché sia fatta luce completa sulle responsabilità politiche della gestione Corona  nella provincia di Salerno.

 

Per tutto quanto sopra rappresentato USB indice un presidio di solidarietà e protesta presso la sede della direzione del Consorzio in via De Bartolomeis a Salerno centro per lunedì 16dicembre alle ore 11.00.

 

 

Coordinamento Provinciale di Salerno

USB Servizi ed Igiene Ambientale


14 dicembre 2013 - La Città  di Salerno

Corisa2, nuovi problemi per l’operaio invalido

Corona ha disposto che resti nel suo ruolo ma a disposizione di tutti gli impianti Ma Emanuele Lambiase non può guidare. Il sindacato Usb: è un accanimento

di Mattia A. Carpinelli

San cipriano picentino - Il licenziamento è stato scongiurato. Ma i problemi per Emanuele Lambiase, 59enne dipendente del Consorzio di Bacino Salerno 2 nel cantiere picentino, continuano. Il commissario liquidatore, Giuseppe Corona, ha revocato il provvedimento firmato a metà novembre, commutandolo in quello che, di fatto, è un trasferimento. Con un ordine di servizio datato 9 dicembre, ha disposto che Lambiase rimanga nel suo ruolo, ovvero di addetto alle pulizie, ma che lo svolga in tutti gli impianti del Consorzio, a seconda delle richieste che arriveranno dai vari responsabili. Ma Emanuele, malato di diabete, un piede – il sinistro – amputato, ed un’invalidità del 100 per cento, non può svolgere questa mansione. Non può guidare, quindi non sarebbe autonomo negli spostamenti. Per l’Usb, il sindacato di base che sta sostenendo Lambiase in questa battaglia, l’atto firmato dal commissario liquidatore è «un’inaccettabile accanimento». «Il trattamento riservato ad Emanuele – scrive il coordinamento provinciale dell’Usb in una nota - è disumano ed in aperta disparità di trattamento con altri lavoratori con patologia e non». Per l’organizzazione di base il provvedimento adottato nei confronti di Lambiase non sarebbe l’unico. Analoghe decisioni, denuncia il sindacato, sarebbero state prese anche nei confronti di un’altra lavoratrice, anch’ella affetta da una patologia grave. «Richiamiamo il commissario Corona – afferma il sindacato - alle sue responsabilità di liquidatore che dovrebbe garantire la corretta gestione di un consorzio pubblico, e quindi mantenere una condotta scevra da favoritismi o discriminazioni». Anche questa volta l’Usb chiede la revoca del provvedimento. Che, però, salvaguarda il Consorzio. Nell’ordine di servizio, infatti, viene richiamato un precedente incontro (8 giugno 2012) nel quale Lambiase, alla presenza dei rappresentanti del suo sindacato, si dichiarò disponibile a svolgere le funzioni di addetto alle pulizie, senza però specificare che queste si sarebbero dovute svolgere esclusivamente nel cantiere picentino. E, poiché l’idoneità fisica allo svolgimento delle sue mansioni dovrà essere stabilito da una visita medica – non ancora convocata – il 59enne sarà costretto a girare per la provincia di Salerno, a seconda delle esigenze che si presenteranno. Ma l’Usb non ci sta e per lunedì 16 dicembre, alle 11, ha organizzato un presidio di protesta e solidarietà sotto la sede del Consorzio di Bacino Salerno 2, in via de Bartolomeis a Salerno. E, intanto, ha chiesto anche un incontro all’assessore provinciale all’Ambiente, Adriano Bellacosa.


 

16 dicembre 2013 - Il Mattino

Consorzio di Bacino Sa2: lavoratori a muso duro con Corona...

Salerno - Consorzio di Bacino Sa2: lavoratori a muso duro con Corona. Presidio di protesta, stamattina, per denunciare un caso di accanimento verso un collega invalido. L’Usb e gli operai, nel caso specifico, contestano un ordine di servizio, che sarebbe stato recapitato dal commissario liquidatore dell’ente Corona a Emanuele Lambiase, il lavoratore privo di un piede, al quale qualche settimana fa era stato già comunicato il licenziamento per esubero del personale, in cui gli veniva fatta specifica richiesta di spostarsi, di volta in volta, per effettuare le pulizie degli uffici dei vari impianti del Consorzio. Lambiase, attualmente, è assegnato agli uffici di San Cipriano Picentino, con la mansione di addetto alle pulizie, tra l’altro con prescrizioni e limitazioni. «Il trattamento riservato ad Emanuele è disumano e in aperta disparità di trattamento con altri lavoratori con patologia e non – attacca l’Usb di Salerno – Con estrema fermezza denunciamo questa assurda persecuzione, che in questi ultimi giorni ha preso di mira anche un’altra lavoratrice affetta da grave patologia. Richiamiamo Corona alle sue responsabilità di liquidatore, che dovrebbe garantire la corretta gestione di un consorzio pubblico, mantenendo una condotta scevra da favoritismi e peggio di discriminazioni, oltre che da atti illeciti». sa. ru.

 


* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni