NO ! NOI NON CI STIAMO

Salerno -

 

 

 

Sabato 3 Dicembre 2011, la Federazione USB di Salerno, con una delegazione, è stata presente all'ASSEMBLEA NAZIONALE DEL SINDACATO CONFLITTUALE in cui è stata discussa la grave situazione del Paese e dei Lavoratori sia del Pubblico che del Privato ed in cui è stata RESPINTA qualsiasi MISURA LACRIME E SANGUE PER SALVARE BANCHE E SPECULATORI ed è stato dato il via ad un percorso verso il GRANDE SCIOPERO GENERALE di tutte le organizzazioni sindacali alternative e conflittuali.

La "melassa vomitevole" di queste ultime settimane con una "folta" rappresentanza delle BANCHE, mascherata da "TECNICI", non promette nulla buono per le PERSONE "NORMALI", ma tende a SALVARE ANCORA UNA VOLTA chi ha fatto le SPECULAZIONI che ci hanno portato a questa TERRIBILE SITUAZIONE.

Dobbiamo fare una seria riflessione su ciò che sta accadendo e sull'attacco ai Diritti ed al Lavoro.

IL CONFLITTO E' IN ATTO ed è un problema serio per le parti in causa, tenendo conto che questo GOVERNO farà una manovra di 25 Miliardi che potrebbe risultare INUTILE.

Parlano di EQUITA', ma non è EQUITA' la "ri-edizione" della TASSA SUL POSTO BARCA in cambio di un'ulteriore DISTRUTTIVA MANOVRA SULLE PENSIONI.

In un quadro Europeo stiamo assistendo ad una drammatica riduzione dei diritti ed una devastazione del tessuto politico e ne sono testimonianza gli SCIOPERI in Portogallo, in Inghilterra, in Grecia ...in Italia, che evidenziano le difficoltà di intere Popolazioni.

In tutto questo operano, COMPLICI, quelle OO.SS. che, senza tener conto delle esigenze dei CITTADINI e dei Lavoratori, porteranno ad un "ulteriore" nuovo PATTO SOCIALE a cui occorre che TUTTI NOI diamo una risposta ferma, anche perchè non si può lasciare alla Lega l'opposizione, dopo che è stata anch'essa artefice di tutto questo scempio ed ora sta cercando di "ridiventare vergine".

E OO.SS. conflittuali con le parti "sane" del tessuto sociale dovranno OCCUPARE questo spazio, tenendo conto che Monti è solo un "tassello" di quella parte "MINORITARIA" che detiene il 70% e più (per essere "buoni") delle ricchezze e che non COMPRENDE che PRIMA O POI, se le cose continueranno in questo modo, DEVE necessariamente fare uno o più passi indietro, perchè IL CAPITALISMO E' FINITO e LA GENTE VUOLE TORNARE A VIVERE... I GIOVANI VOGLIONO VIVERE !!!

 p. USB Salerno

Vincenzo bottiglieri



L'Assemblea ha salutato la lotta dei lavoratori di Villa Silvia di Roccapiemonte (gruppo Silba Spa) che si stanno opponendo ai processi di precarizzazione e licenziamenti che nella Regione Campania, e in particolare nella Provincia di Salerno, stanno mettendo in discussione l'erogazione di servizi pubblici di Sanità già da tempo saccheggiati dal profitto privato.


* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni