Parlando di democrazia e dittatura …

Salerno -

 

 

 

Ascoltando oggi, i vari interventi del ministro dell’interno e dei vari capigruppo e sindacalisti di stato, mi vengono i brividi … l’argomento, relativo allo sciopero dei trasporti in particolare quelli aerei, è il diritto di sciopero delle minoranze sindacali dove. Maroni, prepotente e scandalizzato:  combatteremo i disagi ai cittadini e da ora in avanti  saranno vietati dalla legge.
Da quale legge? Quella che si rispetta consentendo alla Polverini di raccontare la sua verità, attraverso gli organi d’informazione nazionale o di sedere senza averne titolo al tavolo di trattativa, essendo minoranza sindacale?
 
Da quale legge? Quella di togliere i soldi dalla tasca degli Italiani, dai poveri e non dai ricchi, elargendo vacanze contrattuali a 8 euro al mese rubando periodi di lavoro che forse pensano che i lavoratori debbano fare gratis, tagliare i contratti collettivi con offerte da elemosina come dire o questo o cariche della Polizia, (come già sta avvenendo).

Per anni ci hanno chiesto sacrifici e sconti sul salario ed ora di fronte ad una crisi  generata per fare speculazione finanziaria trovano centinaia di miliardi di Euro in poco tempo per salvare banche e imprese , tutto questo, mentre aumentano le imposte , I tagli indiscriminati al bilancio dello Stato, quelli Gelminiani alla scuola, quelli Brunettani alla pubblica amministrazione, alla formazione e agli altri servizi sociali, l’introduzione dei ticket sanitari:  ecco sono questi i metodi usati per rastrellare le risorse salva banche.

Oggi, con grande faccia tosta, assistiamo a dichiarazioni di vertice governativo del tipo:

"anche se porterete milioni di persone in piazza noi tireremo diritto per la nostra strada... e faremo le nostre riforme".

Questo è il clima che introducono un po’ alla volta utilizzando una dialettica criticona e distruttiva, per evitare di entrare nel merito delle questioni. E' deprimente ascoltare le dichiarazioni dei capogruppi: l’opposizione non vuole le riforme, la sinistra istiga, la sinistra sfrutta studenti e bambini nei cortei, la sinistra … sembra il ritornello di una canzone che ha sempre lo stesso motivo: ... i comunisti, l’opposizione la sinistra  e bla  bla , etc., mentre, proprio dal paese dei comunisti  rilasciano battute talmente demenziali che non sono  nemmeno da commentare.

La verità e' che in questo paese hanno perso il senso della misura ed ognuno, da destra, sinistra e centro,  pensa che una volta al potere sia il conduttore e padrone del vapore decidendo dove andare: se girare a desta, andare diritto o a sinistra. Oramai, ammazzati Moro, Dalla Chiesa, Falcone, Borsellino,  etc.,  superati indenni i grandi processi dove hanno pagato solo i portaborse,  sono diventati immuni a tutti i veleni pensando che si può fare e disfare, grazie purtroppo ad un popolo narcotizzato vittima di un bombardamento virtuale attraverso i canali di video informazione che offrono un mondo  preconfezionato all’esigenza politica del momento che fa da gestore nell’amministrare i beni del popolo ed un immagine del … è  tutto bello.

Oggi  grazie alla elargizione di soldi da parte di banche, finanziarie e quant’altro che danno pure ai protestati, le famiglie sono indebitate fino al collo, fosso copre fosso e così vanno avanti, la forbice e' sempre più larga: i ricchi diventano sempre più ricchi ed i poveri sempre più poveri.

Il malaffare e' permeato nella classe politica, quanti si possono fregiare del titolo di onorevoli rispettando il vero significato della parola ? I grandi film sul tema della mafia come  La piovra, anziché  essere un monito per i delinquenti, hanno purtroppo fatto scuola. In un convegno odierno in Tv, il tg ha dato i numeri: la malavita organizzata ha sempre il bilancio in attivo con estorsioni e il riciclaggio del danaro sporco, investe nel pulito. Sembra un gioco di parole ma purtroppo per noi questa è la cruda realtà in questo paese, dove la delinquenza oltre al racket della prostituzione, della droga e quant’altro, muove pacchetti di voti mettendo al proprio servizio politica e politicanti. A chi lotta per sputare il cuore contro l’ingiustizia ogni giorno, sempre, non resta che scrutare l’orizzonte sperando nella presa di coscienza delle persone e nella  rivoluzione del popolo che fino adesso non c’è stata.  Andrea Vicinanza  sindacalista di base e cittadino di minoranze pronto ai presidi davanti a tutti gli aeroporti, caserme, ministeri, parlamento: e' un diritto che nessuno ci potrà negare nemmeno con la forza.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni