UNIVERSITA': LA PROTESTA ESPLODE ANCHE A SALERNO

Salerno -

 

 

 

Università degli Studi di Salerno  

 

Fisciano, 16/10/2008

 

 

LA PROTESTA ESPLODE ANCHE A SALERNO

 

DOPO LA PARTECIPATISSIMA ASSEMBLEA DELL’ATENEO SALERNITANO

 

 

Le RdB/CUB dell’Università di Salerno aderiscono allo sciopero generale del 17 ottobre partecipando in massa alla grande manifestazione di Roma organizzata da tutto il sindacalismo di base. Le RdB/CUB aderiscono al Coordinamento dell’Università di Salerno partecipando allo stato di agitazione permanente nell’Ateneo deliberato dall’Assemblea del 15 ottobre 2008.

 

17 OTTOBRE 2008 - SCIOPERO GENERALE

Per le Università vent’anni di “riforme” privatistiche e aziendalistiche a suon di tagli dei fondi pubblici sono arrivate al capolinea: con i tagli del DL Brunetta del 25 giugno (oggi legge 133/2008) il governo ha condannato l’intero sistema universitario pubblico a perire a mettersi sul mercato in cerca di qualche “cordata” imprenditoriale per dar vita a Fondazioni di diritto privato. Alitalia docet !
In tempi di recessione incombente buon senso richiederebbe che i governi si impegnassero a tutelare il potere d’acquisto dei salari, contenere prezzi e tariffe, garantire l’occupazione (e quindi anche a stabilizzare i precari e assumere nuovo personale), riqualificare e rinforzare i servizi pubblici… Investire in formazione e ricerca !!! Niente di tutto questo: i vari tesoretti ricavati dalle tassazioni e dai “risparmi” andranno a salvaguardare le banche e, come dimostra la vicenda Alitalia, i profitti alle “cordate” imprenditoriali !

E' URGENTE E NECESSARIO CHE AGLI ATTACCHI VERGOGNOSI E QUOTIDIANI DEL GOVERNO A TUTTO CIO' CHE SA DI DIRITTI DEI LAVORATORI O SOCIALI SI CONTRAPPONGA LA MOBILITAZIONE UNITARIA DEI LAVORATORI PUBBLICI E PRIVATI, DEI PENSIONATI, DEI PRECARI, DEI GIOVANI IN CERCA DI OCCUPAZIONE E FUTURO, DELLE FAMIGLIE IN CERCA DI CASA E SICUREZZE SOCIALI.

 

PER QUESTO RdB UNIVERSITA' PARTECIPA ALLO


SCIOPERO GENERALE DEL 17 OTTOBRE

 

E CHIAMA I LAVORATORI AD ADERIRE COMPATTI PER DIRE NO :


• AL TAGLIO DEI FONDI PUBBLICI DELL'UNIVERSITA' PUBBLICA
• ALLA LEGGE 133, GIA’ DECRETO BRUNETTA 112
• AL LICENZIAMENTO DEI LAVORATORI PRECARI
• ALLA SVENDITA DEL PATRIMONIO UNIVERSITARIO PUBBLICO E DEI
LAVORATORI TECNICO-AMMINISTRATIVI ALLE FONDAZIONI PRIVATE
• ALLO SMANTELLAMENTO DEL CONTRATTO NAZIONALE
• AL TAGLIO DEL SALARIO INTEGRATIVO

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni