il Ministro della Salute incontra la RdB CUB

Salerno -

 

Bellizzi, Battipaglia Sa.- Martedì 18/03/08:

il Ministro della Salute incontra la R.d.B./CUB

Una delegazione di circa 50 operatori e precari della sanità, insieme a responsabili provinciali e Regionali della R.d.B./CUB, hanno promosso una iniziativa in occasione dell’arrivo del ministro della salute nella cittadina Salernitana, allo scopo di rappresentare al ministro, le tante carenze esistenti nella provincia di Salerno, dove da alcuni giorni è stata occupata la D.S. dell’ospedale di Nocera ed una situazione simile si stà determinando anche ad Agropoli.

La richiesta d’incontro veniva accolta dal ministro, e prima di iniziare l’assemblea con i cittadini e le autorità locali, riceveva nella stanza del sindaco, una delegazione della R.d.B. che gli consegnava un esposto contenente una serie di problematiche esistenti nella Sanità Regionale, in primoluogo, la mancanza di un interlocutore affidabile a livello Regionale, dal momento che non si riesce ad essere ricevuti dall’Assessore e se si riesce con iniziative eclatanti a fare una riunione, quello che viene stabilito, poi non viene rispettato, come è avvenuto sul problema della mancata applicazione della legge Regionale sui corsi di O.S.S. gratuiti, sull’esenzione dei ticket sanitari ai disoccupati, sulla stabilizzazione dei precari, sulla reinternalizzazione dei servizi appaltati, sulla carenza di personale.

il mancato rispetto dei parametri fissati dal patto di stabilità, la mancata funzione dei CTP, la mancata discontinuità con la politica degli sprechi, i tagli indiscriminati all’assistenza socio-sanitari
sul territorio, per gli ammalati psichiatrici, la riduzione dei parametri P.L./infermieri, ci costringe a ricercare un interlocutore presso la massima istituzione del settore, sia pure in un momento di fine legislatura, visto la gravità e l’emergenza esistente nella Regione Campania.

Per questo motivo, veniva formalizzata la richiesta di un incontro in tempi brevi tra la R.d.B. i dirigenti del ministero della salute e l’Assessore alla sanità della Regione Campania.

Il ministro, si impegnava a fissare tale incontro in tempi brevi.

 R.d.B./CUB



19 marzo 2008 - Il Mattino

«Conti della sanità risanati senza tagli»
di EMANUELA ANFUSO

Bellizzi - Appena giunta a Bellizzi Livia Turco, ministro della sanità, incrocia i lavoratori della Rdb dell’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore in lotta da mesi. Il ministro li riceve nel comune di Bellizzi ove è appena arrivata per una manifestazione elettorale del Pd, ospite del candidato Mimmo Volpe. «Noi siamo un partito vero - dice il ministro della sanità - Abbiamo solide radici, arriviamo da storie politiche e da case diverse noi vogliamo realizzare una sola casa. E non è un cartello elettorale inventato, come ha fatto Berlusconi, perchè noi arriviamo da una storia che vuole propiettarsi nel futuro». Applausi per Livia Turco, il ministro del governo Prodi che ha spinto i dirigenti del Pd romano ad inserire nella lista Camera 2 il vice sindaco di Bellizzi e consigliere provinciale Mimmo Volpe. «le sono grato per questo geto politico - dice Volpe - è un riconoscimento al lavoro ultradecennale fatto dal centro sinistra per Bellizzi e la piana del Sele». Negli stessi minuti che parla a Bellizzi il ministro Livia Turco (esalta il lavoro compiuto da Prodi sul versante dell’evasione fiscale, finalizzata al recupero di somme da destinare anche alle politiche sociali) a Salerno parla De Mita. Quasi a voler spedire un messaggio, Tino Iannuzzi , segretario regionale del Pd, dice alla platea di Bellizzi: «Da Avellino a Salerno, dal Sannio a Napoli il Pd riscuote sempre maggiore interesse e consensi». In platea i vertici del Pd salernitani candidati alla Camera e al Senato: oltre Iannuzzi, Alfonso Andria, Tonino Cuomo, il presidente della Provincia Angelo Villani, il coordinatore provinciale del Pd Michele Figliulo, il consigliere regionale Ugo Carpinelli, il sindaco di Giffoni Valle Piana Paolo Russomando, il sindaco di Bellizzi Bruno Dell’Angelo. Tra il pubblico anche l’ex segretario provinciale ds Alfredo D’Attore. Il ministro parla dell’azione di risanamento avviata dal governo-Prodi per far fronte al deficit della Sanità in Campania come un esempio di buona pratica politica da mettere al centro della campagna elettorale del Pd. È il concetto politico che già in mattinata aveva espresso a Napoli incontrando le donne del Pd. Al suo fianco all’Excelsior la senatrice Annamaria Carloni, l’assessore Angelo Montemarano, l’ex assessore Teresa Armato e il segretario regionale Pd Tino Iannuzzi. «Non ho la ricetta, ma in questi anni sono stata molte volte a Napoli e in Campania, sia dai banchi dell’opposizione che da ministro - dichiara il ministro della salute - E posso dire che proprio dalla Sanità possiamo far capire la difficile opera che abbiamo saputo svolgere. Con molto coraggio abbiamo avviato il risanamento, con investimenti, senza tagli e senza abbassare i livelli assistenziali». Poi aggiunge: «Abbiamo raccolto un’eredità pesante».


19 marzo 2008 - Corriere del Mezzogiorno

Livia Turco a Bellizzi
La ministra con i big del Pd apre la campagna di Mimmo Volpe

BELLIZZI — Rischiava di essere accolta da una protesta del sindacato Rdb, che da una settimana ha occupato l'ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, il ministro alla Sanità, Livia Turco, ospite d'onore ieri sera all'apertura della campagna elettorale del consigliere provinciale Mimmo Volpe, candidato alla Camera con il Pd. Invece, la «piemontese timida», come lei stessa si è definita, tornata a Bellizzi dopo 23 anni, ha dato ciò che Mimmo Volpe ha definito «una risposta di democrazia in piena armonia con i principi del Pd». Sventata la protesta sindacale (i sindacalisti sono riusciti comunque a strapparle un incontro urgente), e ricevute le scuse in diretta dal presidente della Provincia di Salerno, Angelo Villani, la ministra è stata accolta da un parterre di prim'ordine. Nell'aula consiliare del Comune di Bellizzi sedevano il segretario regionale Tino Iannuzzi, il coordinatore provinciale Michele Figliulo, l'europarlamentare Alfonso Andria, il sindaco di Bellizzi Bruno Dell'Angelo, e poi ancora Ugo Carpinelli, Paolo Russomando, Tonino Cuomo, Fulvio Bonavitacola e Angela Pace. «Questo è un luogo insolito, ma - dice riferendosi all'aula consiliare - dà proprio l'impressione della politica del Pd: una politica di incontro, di ascolto e di discussione».(A.C.)

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni